Lassità cutanea e ipotonia

Lassità cutanea e ipotonia

La lassità cutanea è un inestetismo dovuto in maggior parte al naturale processo di invecchiamento che si materializza con una visibile perdita di tonicità ed elasticità della pelle e conseguente cedimento dei tessuti (ossia con la comparsa della cosiddetta “flaccidità”). Ciò è dovuto ad un rallentamento del metabolismo dei fibroblasti che producono meno fibre collagene ed elastina, sostanze necessarie al mantenimento del normale trofismo cutaneo. Inoltre, la diminuzione di acido ialuronico conduce inevitabilmente a una cattiva idratazione dei tessuti, che peggiora ulteriormente la lassità cutanea. La produzione di collagene inizia a calare già intorno ai 25-30 anni, e alla formazione delle prime rughe fa seguito inevitabilmente anche il rilassamento cutaneo. Il processo fisiologico di cronoinvecchiamento può essere anche accelerato da abitudini di vita sbagliate come fumo, alcool, eccessiva esposizione solare o abitudini alimentari scorrette. Oltre a ciò, le cause di questo inestetismo possono essere una gravidanza o un brusco calo ponderale, eventi che mettono a forte rischio l’elasticità della pelle. Le aree del corpo maggiormente interessate da questo inestetismo sono parte interna delle braccia e delle cosce, ma la lassità si rende visibile anche su addome, glutei e fianchi. Fino a qualche tempo fa la lassità cutanea poteva essere trattata esclusivamente in modo chirurgico. Al giorno d’oggi sono state messe a punto diverse tecniche non invasive, o minimamente invasive, che accanto ad un corretto approccio alimentare aiutano a risolvere in modo eccellente questo inestetismo andando a stimolare la pelle a produrre nuove fibre di collagene affinché riacquisti turgore, idratazione e compattezza.

Trattamenti disponibili:

• Terapia galenica topica antiaging/dermoscometologia
• Biostimolazione/biorivitalizzazione con vitamine, aminoacidi, antiossidanti, polinucleotidi e acido ialuronico
• Mesoterapia omotossicologica
• Carbossiterapia
• Elettroveicolazione transdermica (dermoelettroporazione/mesoterapia senza aghi)
• Fili biorivitalizzanti/bioristrutturanti e di trazione (riassorbibili)
• Integrazione alimentare e nutraceutica

I commenti sono chiusi