Macchie, capillari, couperose, acne e cicatrici

Macchie, capillari, couperose, acne e cicatrici

Nel capitolo invecchiamento della cute si è avuto modo di constatare come ai fenomeni fisiologici tipici del cronoinvecchiamento (correlati alla senescenza) si sommino gli effetti del fotoinvecchiamento (legati ad una eccessiva esposizione solare) e come questi giochino un ruolo specifico nella comparsa e nel peggioramento di alcuni tra i più frequenti inestetismi: alterazioni della pigmentazione cutanea comunemente chiamate macchie (melasma, cloasma, lentigo) e capillari o couperose, ovvero dilatazioni permanenti dei piccoli vasi sanguigni in varie zone del viso anche su base genetica. Nell’ambito degli inestetismi cutanei che più spesso giungono all’attenzione del Medico Estetico vanno annoverati anche l’acne e le cicatrici acneiche, post- chirurgiche oppure traumatiche. L’acne è una patologia della pelle che si caratterizza per un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa. Il risultato è quello che comunemente viene chiamato "brufolo", ma anche noduli e cisti. A seconda della sua gravità, l'acne può causare danni che vanno dallo stress emotivo alla pelle deturpata. Le cicatrici da acne rappresentano un tipo di inestetismo in grado di creare un forte disagio nel soggetto interessato. Attualmente, nel campo della Medicina e Chirurgia Estetica sono disponibili numerosi trattamenti anche personalizzabili per migliorare o correggere tutti questi difetti e imperfezioni di tipo estetico e/o funzionale.

Trattamenti disponibili:

• Maschere depigmentanti, leviganti e antiacne, terapia galenica topica e dermocosmetologia
• Peelings chimici, PRX®/Peel Touch® (peeling dermico biostimolante)
• Needling: rullo dotato di microaghi (Dermaroller®/Dermafix®) per il miglioramento della luminosità della cute e dell’aspetto delle cicatrici, in particolare acneiche
• Crioterapia
• IPL (Luce pulsata ad alta intensità)
• Timedchirurgia®

I commenti sono chiusi